Come liberarsi dei peli del cane in casa

La perdita del pelo dei cani è un processo biologico naturale: alcuni muoiono per far spazio a quelli nuovi, allo stesso modo in cui noi perdiamo i capelli. Qualche volta però la quantità di peli persi può diventare enorme, e soprattutto “invasiva”. Chi ha un cane in casa sa bene come i peli del suo fidato animale siano in grado d'infilarsi nei luoghi più impensabili, o di rimanere attaccati a vestiti e divani per mesi. L'amara verità è che scopa, paletta, aspirapolvere e pazienza qualche volta possono non bastare, e bisogna necessariamente ricorrere anche ad altri rimedi. Vediamone insieme qualcuno

Il miglior modo per liberarsi dei peli del cane in casa è la prevenzione

La caduta del pelo del cane è inevitabile, un processo con cui tutti i padroni, prima o poi, dovranno fare i conti. Educarlo fin da cucciolo a non salire sul divano o sul letto, o a non entrare in quelle stanza della casa dove c'è un'alta concentrazione di tessuti, risparmierà di certo una grande fatica futura.

Ma, nel caso in cui sia ormai troppo tardi per giocare la carta “educazione”, esistono alcuni accorgimenti che possono aiutare a migliorare la situazione.

Prima di tutto bisogna tener presente che non tutti i cani perdono la stessa quantità di pelo: tutto dipende dalla razza, dal periodo dell'anno e, soprattutto, da come vengono tenuti. Uno dei modo migliori per evitare che casa vostra somigli ad una toeletta è spazzolare il vostro amico a quattro zampe con frequenza, specialmente se è a pelo lungo

Questo aiuterà non ad eliminare, ma decisamente a diminuire la quantità di peli sparsi per casa, oltre a procuragli degli enormi benefici, tra cui l'evitare la creazione di nodi e l'insorgere della forfora.

Ovviamente, l'operazione può diventare più o meno complicata in base al tipo e alla lunghezza del pelo che si ci si ritrova di fronte quindi, è consigliato ricorrere all'utilizzo di un balsamo spray o a una lozione per peli. ( qui si potrebbe inerire il link alla pagina dogpreme)

 

Ricordate sempre che la caduta dei peli è un indicatore della salute del cane. Nel caso in cui dovreste notare una perdita eccessiva, anormale ( per esempio a chiazze) o in periodi dell'anno non abituali, rivolgetevi ad un veterinario. Il vostro amico a quattro zampe potrebbe soffrire di depressione, stress, disturbi alimentari ed altro ancora.

5 suggerimenti per liberarsi dei peli del cane in casa

 

Se non avete fatto in tempo a prevenire lo spargimento dei peli in casa, e siete in cerca di qualche buon rimedio per eliminarli, è bene che sappiate una cosa: non esiste un modo unico e infallibile. La rete infatti è piena di suggerimenti più o meno utili per liberarsi dei peli del cane in casa, ecco una selezione di quelli più efficaci:

  1. Proteggere le superfici: l'utilizzo di federe, foulard e teli, possono essere sia un metodo affidabile per evitare che i peli del cane finiscano nel tessuto di divani e letti, che una buona occasione per dare alla vostra casa un tocco di freschezza.
  2. Panni in microfibra: nemici giurati dei peli d'animali, ai panni in microfibra basta essere inumiditi, strizzati e passati sulla superficie interessata, per svolgere appieno il loro lavoro.
  3. I Guanti di gomma: i classici guanti “gialli”, in genere utilizzati per le pulizie domestiche, se inumiditi e strofinati sui punti da pulire, sono in grado di attirare i peli sparsi sulle superfici contenenti tessuti.
  4. Spazzola per vestiti: originariamente pensata per il solo utilizzo specificato dal nome, può essere utilizzata su qualsiasi superficie contenente tessuto
  5. Aspirapolvere: di certo è il modo più efficace per la pulizia degli ambienti della casa. In commercio ne esistono alcuni specifici per la rimozione dei peli degli animali domestici

Kit Dogpreme, l'amore per gli animali prima di tutto

Dogpreme è la prima società italiana specializzata esclusivamente nella creazione di prodotti, per la cura e la bellezza dei cani, a base di argento colloidale. Ma, di cosa di tratta nello specifico? Per scoprirlo bisognerà fare qualche passo indietro, esattamente all'epoca degli antichi greci

Le proprietà antibatteriche e antivirale dell'argento colloidale.

L'uso dell'argento come antibatterico ha radici molto profonde nella storia: è documentato come, per esempio, già gli antichi greci e romani, utilizzassero le monete d'argento per disinfettare l'acqua immagazzinata. Inoltre, non è un mistero che le tavole delle famiglie nobili dell'antichità, fossero imbandite con utensili fatti d'argento. Fu proprio Ippocrate – il famoso padre della medicina – a parlare per primo delle proprietà di questo straordinario metallo, e della particolare propensione dei nobili ad ammalarsi meno, o a non ammalarsi affatto.

L'assenza di effetti collaterali e la sua comprovata efficacia, diede il via all'impiego dell'argento in medicina, diventando colloidale: ovvero, un composto liquido costituito da minuscole particelle d'argento sospese in acqua depurata. L'impiego di questa soluzione per il trattamento di numerose infezioni fu massiccio, e durò per diversi secoli, per poi subire una battuta d'arresto con l'arrivo della penicillina nel 1928, e degli altri farmaci antibiotici.

A tirare fuori dal dimenticatoi l'argento colloidale fu il Dr. Carl Moyer, Presidente del Whashington Department of Surgery. Agli inizi degli anni '70, questi provò le proprietà curative della sostanza in campo dermatologico, da quel momento rimaste indiscusse.

Kit Dogpreme, igiene e prevenzione grazie all'argento colloidale.

Antibatterico, antibiotico e disinfettante, sono le tre caratteristiche base dell'argento colloidale, che hanno spinto lo staff di Dogpreme, a muoversi verso la creazione di una serie di detergenti, pensati sia per la cura del cane, che dell'ambiente in cui vive.

All'interno del kit, formato da tre prodotti, è infatti presente un disodorizzante, pensato per l'eliminazione dei cattivi odori: il principio attivo del prodotto, va a legarsi alle molecole causa di cattivo odore, disattivandole. Inoltre, l'aggiunta di ortofenilfenolo e di una miscela alcolica pregiata,

garantisce la totale igienizzazione della superficie trattata.

Il testato utilizzo in campo dermatologico dell'argento colloidale è invece alla base degli altri due prodotti, presenti all'interno del kit Dogpreme. Primo di questi è lo shampoo lenitivo, specifico per cani con pelli sensibili, che allevia il prurito, previene l'insorgere di allergie ambientali e infezioni, eliminando la forfora del cane, e rendendo il suo pelo lucente e morbido. Il mix di tensioattivi selezionati garantisce un ottimo potere pulente, rispettando l'equilibrio acido base della cute.

Il terzo prodotto che completa il kit Dogpreme è lo shampoo a secco, adatto a tutti i tipi di manto. Pensato per detergere a fondo il pelo dell'animale, senza alterare il Ph della pelle, la soluzione contiene ingredienti utili ad eliminare gli odori sgradevoli. Ideale per cani che non amano l'acqua, o per la pulizia veloce post-passeggiata, lo shampoo garantisce una pulizia completa, senza ricorrere necessariamente al bagnetto.