10 cose da non fare quando si lava il cane

Lavare il proprio cane può sembrare una cosa semplice ma, in realtà, sono molti gli errori che il padrone commette, provocandogli fastidi e problemi. Quindi, se è arrivato il momento di fare il bagno al tuo amico a quattro zampe, prima di imbracciare asciugamano e shampoo, leggi attentamente questa lista delle 10 cose da non fare:

1# Utilizzare il vostro bagnoschiuma

La pelle del cane è diversa da quello degli esseri umani e quindi no, non possono essere utilizzati gli stessi shampoo o bagnoschiuma. I prodotti per la pulizia pensati ad hoc, hanno una composizione che non aggredisce il PH della loro cute.

2# Dimenticarsi di controllare la temperatura dell'acqua

Ritrovarsi immersi da un getto d'acqua troppo calda o fredda non è piacevole per nessuno. Non bisogna mai dimenticarsi di regolare la temperatura dell'acqua PRIMA di mettere il cane nella vasca, e non quando è dentro. I nostri amici a quattro zampe già non vivono bene il momento del bagno, farli assistere mentre si ultimano i preparativi, serve solo a procurargli più ansia.

3# Usare un getto d'acqua troppo forte.

Il bagno è un momento di forte stress per il cane, ed è compito dell'uomo renderlo il più confortevole possibile. La cornetta della doccia che sprigiona acqua, per esempio, può essere vista come un nemico, un oggetto minaccioso, e quindi provocare ansia e paura. Per cui è bene non dimenticarsi mai di regolare il getto PRIMA di andare a prendere il cucciolo per il bagno, e NON quando questi è già in vasca.

4# Far entrare l'acqua negli occhi e nelle orecchie

Il mix di acqua e shampoo che entra negli occhi del cane, può provocare fastidi e dolori maggiori di quelli accusati dagli esseri umani. Se poi, questa riesce ad entrare nelle orecchie, si va addirittura incontro al rischio otite e pertanto, è indispensabile proteggerle. Per gli occhi, si può utilizzare un vecchio asciugamano bagnato da mettere sulla testa, in modo da evitare che la schiuma sfugga al vostro controllo. Per le orecchie invece, si possono usare dei batuffoli di cotone come tappo, per poi asciugarle successivamente con un vecchio asciugamano.

5# Usare le sole mani per lavarlo

Per quanto sia considerato un membro della famiglia un cane è pur sempre un animale, soggetto ad uno sporco più resistente e ad ospitare parassiti: capirete quindi, che fargli il bagno senza l'ausilio di una spugna per strofinarlo è inutile.

6# Spazzolarlo durante il bagno

Il cane va spazzolato prima di fare il bagno, in modo da eliminare il pelo morto e sciogliere i nodi, non durante. Così facendo l'azione dello shampoo viene dimezzata, in quanto non riesce ad arrivare subito alla cute e viene portato via dall'acqua.

7# Usare i cotton fioc.

L'uso dei cotton fioc è in discussione da sempre tra gli esseri umani, figuriamoci in campo veterinario. Il cane potrebbe fare dei movimenti bruschi, con spiacevoli conseguenze per il suo udito: meglio usare l'asciugamano.

 

8# Asciugarlo solo con il phon

Una volta finito il bagno, bisogna asciugare il cane prima con l'asciugamano – strizzando delicatamente il corpo il modo da togliere il grosso dell'acqua – e poi con il phon. Usare il solo phon allunga i tempi, e praticamente tortura il cane

9# Usare il phon a distanza ravvicinata

Il phon per il cane è un mostro, che emana rumore e calore insopportabili. Tenerlo a distanza, evitando di puntarlo direttamente sul muso o la faccia, è il minimo che si possa fare per diminuire lo stress del cane.

10# Urlare

Come già ripetuto diverse volte in precedenza, il momento del bagno per il cane non è piacevole. Se poi, allo stress aggiungiamo le urla e i rimproveri, la situazione non potrà far altro che peggiorare. La cosa migliore da fare è rinforzarlo positivamente quando è tranquillo, evitando di alzare la voce.